MIAIRPORTS_ARTICLE

Le isole della Lombardia. Milan Airports.

Natura

Le isole della Lombardia

Il modo migliore per esplorare la “regione dei laghi”? Visitare le sue isole, veri gioielli lacustri sospesi nel tempo, dove riscoprire antichi sapori e tradizioni.
Isola Bella full size

Il modo migliore per esplorare la “regione dei laghi”, tra Lombardia e Piemonte, è visitare le sue isole, veri gioielli lacustri sospesi nel tempo, dove riscoprire antichi sapori e tradizioni. Ogni isola è un mondo a sé, ricco di ville e giardini lussureggianti, in grado di regalare atmosfere uniche e incredibili.

Musei a cielo aperto

Le isole lombarde custodiscono non solo un patrimonio naturale ancora incontaminato, ma anche siti di grandissimo valore storico e culturale. Ne è un esempio l’Isola Comacina, l’unica del lago di Como, prima finita sotto il dominio dei Bizantini, poi conquistata dai Longobardi, nel XII secolo rasa al suolo dai comaschi e infine caduta nell’oblio, finché all’inizio del 1900 una serie di scavi hanno portato alla luce uno dei siti archeologici più importanti del Medioevo.
Molti dei reperti sono ora conservati presso l’Antiquarium di Ossuccio ma sull’isola, aperta da marzo a ottobre, è ancora possibile osservare gli antichi resti della secentesca chiesa di San Giovanni Battista, con preziosi affreschi del XIX, e i ruderi della maestosa Basilica romanica di Sant’Eufemia.

Passeggiando, si incontrano anche tre villette per artisti in stile razionalista, ispirate al modello della casa per vacanze di Le Corbusier, che hanno contribuito a fare di quest’isola un centro di produzione artistica. Storia e natura si incontrano anche sull’Isolino Virginia, a pochi metri dalla riva occidentale del lago di Varese, nel Comune di Biandronno: un’oasi di pace dove la flora locale incornicia il più antico abitato preistorico di palafitte dell’Arco Alpino, dal 2011 Patrimonio mondiale dell’Unesco.

Monte Isola, una bellezza sospesa nel tempo

Monte Isola, la più grande tra le isole lacustri europee, è un piccolo gioiello che sorge nelle acque azzurre del lago di Iseo, l’antico Sebino, dividendo in due la sponda bresciana da quella bergamasca. Sbarcare a Monte Isola è come fare un tuffo nel passato: niente auto, niente smog, ci si sposta a piedi o in bicicletta, grazie ai sentieri panoramici costellati di incantevoli distese di ulivi, da cui si ricava un pregiato olio extravergine d’oliva DOP.

Qua e là sorgono piccoli borghi pittoreschi, come quello di Peschiera Maraglio, dove è ancora possibile vedere ormeggiati i naèt, le tradizionali barche dei pescatori, e dove ammirare la Chiesa di San Michele risalente al 1600.

Meritano una visita anche Sinchignano, con la piccola chiesetta secentesca di San Carlo, Siviano, dominato dalla torre dei Martinengo del XIV secolo, e l’antico borgo medievale di Novale. Infine, il Santuario della Madonna della Ceriola, raggiungibile anche con l’autobus di linea, rappresenta il punto più panoramico di tutta l'isola e offre una visione a 360° delle coste e delle montagne che la circondano.

Un paesaggio unico e selvaggio, salito alla ribalta internazionale nel 2016, quando la coppia di artisti Christo and Jeanne-Claude scelse proprio queste zone per la loro visionaria opera, The Floating Piers, un ponte galleggiante sull’acqua che collegava Monte Isola, Sulzano e l’isola privata di San Paolo.

Isole Borromee, storie di aristocrazia e pescatori

Se il tempo lo concede, si può approfittare per raggiungere la sponda piemontese del Lago Maggiore, dove si staglia l’arcipelago delle Isole Borromee, dal nome della famiglia ora proprietaria dell’Isola Madre e dell’Isola Bella. Su quest’ultima, si trovano lo splendido Anfiteatro Massimo e il maestoso Palazzo Borromeo, che racchiude l’anima aristocratica della famiglia Borromeo, evidente negli arredi degli interni, impreziositi da arazzi fiamminghi e opere d’arte.

Di pari bellezza l’Isola Madre, apprezzata anche dallo scrittore francese Flaubert, che dopo averla vista scrisse: “È il luogo più voluttuoso che abbia mai visto al mondo”. Ancora oggi si caratterizza per il suo giardino botanico e i preziosi arredi di casa Borromeo (di particolare suggestione il Salotto Veneziano con le pareti decorate a trompe l’oeil e la sezione dedicata ai teatrini delle marionette).

Forse la più pittoresca dell’arcipelago, l’Isola Superiore, detta anche Isola dei Pescatori e citata da Hemingway in Addio alle Armi, ospita un piccolo borgo di cinquanta abitanti dove vicoli stretti e sinuosi avvolgono la chiesa di San Vittore, risalente all’anno mille e impreziosita da affreschi cinquecenteschi.

Lago di Garda, un tuffo dove l’acqua è più blu

Il Lago di Garda è il più grande bacino lacustre d’Italia, ma non molti sanno che ospita ben cinque isole, un vero paradiso per gli amanti della natura e delle immersioni.

Sulla sponda lombarda sorge l’Isola del Garda, conosciuta anche come Isola Borghese, luogo di rara bellezza abitato fin dai tempi antichi, come testimoniano le 130 lapidi gallico-romane rinvenute sull'isola e ora conservate nel Museo Romano di Brescia. Da marzo a ottobre, è possibile visitare il parco e la villa in stile neogotico-veneziano, ora di proprietà della famiglia Cavazza.

A qualche centinaia di metri da qui, spunta lo scoglio dell’Altare, così chiamato perché una volta all’anno veniva celebrata una messa alla quale assistevano, a bordo delle loro barche, i pescatori di tutto il lago, e oggi conosciuto per essere uno dei siti di immersione più interessanti del Garda.

Più a sud, vicino a Manerba, sorge invece la piccola Isola di San Biagio, nota anche come “Isola dei Conigli”, piccolo paradiso lacustre immerso in acque cristalline e raggiungibile a piedi, nei periodi di secca, tramite un lembo di fondale che lo collega alla terraferma.

Spostandosi, poi, sulla sponda veronese, nei pressi di Malcesine, si trovano l’isola del Sogno, apprezzata dai sub per la presenza del relitto di una nave affondata degli anni '80, e la selvaggia Isola dell’Olivo.

Di fronte ad Assenza di Brenzone, infine, l'Isola di Trimelone, avamposto della Grande Guerra, intorno al quale sono stati rinvenuti migliaia di ordigni esplosivi e residuati bellici, è oggi rifugio di gabbiani e cormorani che qui vengono a nidificare.

Isola del Garda

I nostri consigli

  • Partecipare alla sagra dei Lumaghitt, in giugno, in occasione della Festa di San Giovanni, durante la quale un meraviglioso spettacolo pirotecnico incendia l’Isola Comacina e il lago viene illuminato da migliaia di ceri (lumaghitt) galleggianti.
  • Assistere ai “Concerti dell’Isola”, una serie di appuntamenti musicali che si svolgono da maggio a ottobre sull’Isola del Garda.
  • Visitare il Vittoriale di Gardone Riviera, dove abitò anche il poeta Gabriele d’Annunzio: all’interno di questo complesso di edifici sulle rive del lago di Garda è possibile ammirare un anfiteatro, opere d’arte e cimeli della Prima Guerra Mondiale.
  • Concedersi una giornata a Sirmione, sul lago di Garda, per andare alla scoperta di uno dei borghi più belli d’Italia e fare un tuffo nelle acque cristalline della vicina spiaggia Giamaica.
  • Esplorare il fascino medievale della Rocca di Anghera, sul Lago Maggiore, e lasciarsi affascinare dalle sue sale storiche, dal giardino botanico e dal Museo della Bambola e del Giocattolo più grande d’Europa

Compra online e risparmia

Compra online e risparmia C Compra online e risparmia
Parking
Acquista il tuo parcheggio

Parking

Risparmia di più con le speciali tariffe online!
COMPRA ADESSO
Via Milano Parking
Fast Track

Fast Track

Solo online avrai subito uno sconto del 10%!
Avvolgi bagagli

Avvolgi bagagli

Parti e viaggia in completa sicurezza.

APP

APP A APP
Scarica Milan Airports, l'app ufficiale degli Aeroporti di Milano Malpensa e Milano Linate!Scaricala è gratis!Apple StoreGoogle Play