MIAIRPORTS_ARTICLE

Milano da brividi: fantasmi e leggende tra il sacro e il profano

Arte e Cultura

Milano da brividi: fantasmi e leggende tra il sacro e il profano

Spettri, leggende, luoghi insoliti tra sacro e profano dove aleggiano storie di grande mistero. Conosciamo i volti più spooky della Milano da brividi dove tutto può accadere… anche ad Halloween!
Halloween-a-milano

Dietro alle dicerie popolari e ai fatti di cronaca più cruenti spesso si celano storie di grande mistero. Parliamo di spettri, leggende e luoghi insoliti tra il sacro e il profano che ancora oggi fanno venire la pelle d’oca. In attesa di Halloween 2019 andiamo a conoscere i volti più spooky della Milano da brividi e le vicende che hanno per protagonisti i fantasmi milanesi più noti.

I volti della Milano da brividi tra sacro e profano

Di fronte alla Basilica di San Vittore al Corpo durante gli scavi per la nuova metropolitana M4 sono state rinvenute diverse sepolture antiche e in particolare una necropoli con duecentocinquanta scheletri e i resti di un cavallo. Gli scheletri e le ossa aiutano a raccontare la storia di Milano, anche quando si tratta di conoscere i volti della Milano da brividi!
 
In Piazzale Aquileia si trova per esempio una piccola cappella decorata con teschi e la lugubre scritta “Ciò che sarete voi noi siamo adesso, chi si scorda di noi scorda se stesso”. La Cappelletta del Fopponino sorge sull’antica fossa comune dove trovavano sepoltura malati di peste e condannati a morte, e si dice che vi vagasse lo spirito di un ladro eretico che aveva dissacrato oltre trenta chiese, in cerca della propria tomba.
 
Tra le storie tra il sacro e il profano della Milano da brividi c'è una leggenda legata a San Pietro Martire, che troviamo rappresentata nel famoso affresco della Cappella Portinari presso la Basilica di Sant’Eustorgio: si dice che il santo fu in grado di esorcizzare il diavolo che aveva addirittura preso le sembianze della Vergine Maria, la “Madonna con le Corna” appunto.
 
Una Milano da brividi i cui volti insoliti sono davvero molteplici e spesso da urlo. Uno dei luoghi religiosi più affascinanti di Milano è sicuramente il Cimitero Monumentale di Milano, la “città dei morti” tutta da scoprire dove aleggiano numerose storie di mistero tra il sacro e il profano.

Statue cimitero monumentale
Particolare di una delle statue del Cimitero Monumentale di Milano

I luoghi più spooky della Milano misteriosa

Milano è ricca di posti e leggende misteriose che fanno venire i brividi a al solo pensiero: tra i luoghi della Milano misteriosa, ebbene sì, ci sarebbe anche il Teatro La Scala, dove secondo le voci popolari si aggira il fantasma del soprano Maria Callas, che si divertirebbe a spaventare il pubblico del Loggione come vendetta per alcuni fischi ricevuti durante un’opera. Si dice poi che a ispirare il romanzo Suspiria de profundis dello scrittore Thomas de Quincey e quindi il celebre film Suspiria di Dario Argento siano state le presenze che infestavano Palazzo Imbonati.
 
Anche Palazzo Marino ha una storia particolarmente tetra. L’edificio che occupa la sede principale del Comune di Milano fu voluto dal banchiere genovese Tommaso Marino, che per conquistare l’amata Arabella, o meglio la benedizione del padre, un ricco nobile veneziano, ordinò la costruzione di un palazzo bello come quelli di Venezia – il tutto espropriando e radendo al suolo le case che sorgevano all’epoca sull’area. Per questa ragione i milanesi, che detestavano l’odioso genovese, lanciarono una maledizione sul cantiere di Palazzo Marino: non solo Arabella fu trovata impiccata, ma lo stesso Marino morì coperto di debiti e il palazzo rimase incompiuto.
 
Un alone di mistero circonda anche la morte di Giuseppe Mengoni, l’architetto dell’elegantissima Galleria Vittorio Emanuele. Egli precipitò da un ponteggio sotto gli occhi degli operai, ma non si è mai chiarito se si sia trattato di un suicidio, di una disgrazia oppure di una maledizione…
 
Pronti per i veri brividi? Via Bagnera è una stradina nel centro di Milano che mette davvero la pelle d'oca, senza dubbio uno dei luoghi più spooky di Milano. Infatti fu proprio qui che Antonio Boggia, il primo serial killer di Milano, aveva occultato i cadaveri di tre vittime nella cantina della propria abitazione. Una quarta vittima riuscì a scappare denunciando Boggia, che venne poi internato e impiccato pubblicamente nel 1862. Se percorrete via Bagnera e avvertite un soffio di aria gelida… affrettate il passo, potrebbe trattarsi del fantasma di Antonio Boggia!

I fantasmi più noti delle leggende milanesi

In città girano altre numerose leggende circa gli spiriti e i fantasmi più noti di Milano. Il Duomo sarebbe così infestato dal fantasma di Carlina, una sposina giunta in visita alla cattedrale col marito durante il viaggio di nozze. Carlina era rimasta incinta di un giovane straniero e nel prostrarsi alla Madonnina per chiedere perdono cadde tuttavia nel vuoto. Il corpo di Carlina non fu mai ritrovato e il suo fantasma vagherebbe ancora tormentato apparendo agli sposi che si fanno fotografare all'ingresso del Duomo.

Come ogni fortezza che si rispetti, anche il Castello Sforzesco sarebbe popolato da numerosi fantasmi: si tratta delle tante dame che vi hanno vissuto, tra cui Isabella d’Aragona e la strega Isabella da Lampugnano. Tra i fantasmi del Castello Sforzesco la storia più truculenta è quella di Bianca Maria Gaspardone, accusata di aver fatto uccidere uno dei suoi amanti per vendicarsi delle ingiurie da lui ricevute. Smascherata, la contessa di Challant venne condannata a morte e decapitata di fronte al Castello Sforzesco; la sua testa fu esposta come monito e secondo le leggende milanesi di tanto in tanto il fantasma di Bianca Maria sorseggerebbe il sangue dell’amante ucciso da un’anfora per poi perdere letteralmente la testa.

Se poi improvvisamente sentite il profumo di violetta nei paraggi del Parco Sempione, attenti! Può darsi che stiate per essere rapiti dalla bellissima Dama velata. Si tratta del fantasma di una donna vestita di nero che circuisce gli uomini facendoli innamorare perdutamente per poi alzare il velo e rivelare un teschio al posto del volto. Allorché gli uomini, perduto il senno, sono condannati a cercare la Dama velata al Parco Sempione per il resto dei loro giorni...

Le streghe in Piazza Vetra, luogo di roghi e inquisizione

Fino a fine Ottocento Piazza Vetra era il luogo dove si tenevano le esecuzioni di coloro che erano stati condannati per i reati più gravi e vi si accedeva attraverso il premonitore Ponte della Morte. Tra questi reati c’era la stregoneria, il peccato di chi stringeva un patto col Diavolo, perseguita con la cosiddetta caccia alle streghe.

Piazza Vetra era quindi il luogo di roghi e inquisizione dove non solo venivano bruciate le streghe, ma anche coloro che erano accusati di essere untori e diffondere la peste. L’ultimo rogo di streghe di Milano si registrò nel 1641 e a fine Settecento vennero bruciati invece tutti i documenti relativi all’Inquisizione di Milano, testimoni di un periodo particolarmente buio della storia cittadina. Attenti quindi ai fantasmi delle streghe, che vagherebbero ancora tormentate attorno a Piazza Vetra.

Halloween a Milano, la notte dei morti viventi

Nell’Ottocento si credeva che durante la notte dei morti Milano venisse infestata dalle anime dei dannati e quindi sarebbe stato più prudente stare in casa, o quantomeno uscire con una candela benedetta; secondo la tradizione il fantasma di Lucrezia Borgia apparirebbe proprio nella notte del 31 ottobre alla Biblioteca Ambrosiana.
 
Anche San Bernardino alle Ossa ha la propria leggenda legata alla notte dei morti viventi: si pensa infatti che nella chiesa nota per le decorazioni realizzate con ossa e scheletri di condannati a morte e malati di peste la notte del 31 ottobre si aggiri il fantasma di una bambina che intrattiene una danza macabra con gli altri spiriti della Cappella.
 
Ma oltre alle dicerie tra sacro e profano, quali sono le tendenze a Milano ad Halloween?
 
Praticamente ogni locale di intrattenimento propone una serata a tema Halloween e nei party in discoteca spopolano i costumi da strega, quelli da vampiro e via dicendo. Ultimamente sono sempre più popolari le cene con delitto, eventi dove è possibile diventare detective per una sera e risolvere un misterioso giallo messo in scena per l’occasione da numerosi locali e ristoranti.
 
Avete ancora la pelle d'oca? Per stemperare la tensione e parlare di tutt’altro tipo di brividi, beh, sappiate che da settembre fino a dicembre 2019 sarà possibile salire gratuitamente sul grattacielo del Palazzo della Regione per godere di una vista mozzafiato sulla città. Almeno fino a quando non compariranno i fantasmi!

San bernardino delle Ossa
I teschi di San Bernardino alle Ossa

Compra online e risparmia

Compra online e risparmia C Compra online e risparmia
Parking
Acquista il tuo parcheggio

Parking

Risparmia di più con le speciali tariffe online!
COMPRA ADESSO
Via Milano Parking
Fast Track

Fast Track

Solo online avrai subito uno sconto del 10%!
Avvolgi bagagli

Avvolgi bagagli

Parti e viaggia in completa sicurezza.

APP

APP A APP
Scarica Milan Airports, l'app ufficiale degli Aeroporti di Milano Malpensa e Milano Linate!Scaricala è gratis!Apple StoreGoogle Play